Laurea in Dietistica (abilitante alla professione sanitaria di dietista)

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea
Anno Accademico 2011/2012
Ordinamento D.M. 509
Codice 0173
Classe di corso SNT/3 - PROFESSIONI SANITARIE TECNICHE
Anni Attivi II e III
Modalità di erogazione della didattica Convenzionale
Tipo di accesso Numero chiuso
Sede didattica Bologna
Coordinatore del corso Davide Festi
Docenti Elenco dei docenti
Lingua Italiano

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

Competente per tutte le attività finalizzate alla corretta applicazione dell'alimentazione e della nutrizione ivi compresi gli aspetti educativi e di collaborazione all'attuazione delle politiche alimentari. Studia ed elabora la composizione di razioni alimentari atte a soddisfare i bisogni nutrizionali di gruppi di popolazione e pianifica l'organizzazione dei servizi di alimentazione di comunità di sani e di malati.

Risultati di apprendimento attesi

- Saper riconoscere e valutare i caratteri bromatologici ed organolettici degli alimenti crudi e loro trasformazioni conseguenti alla conservazione e cottura; saper valutare visivamente pesi e volumi degli alimenti.
- Apprendere le tecniche di analisi qualitative e quantitative degli alimenti.
- Effettuare prelievi di campioni per il controllo batteriologico degli alimenti e sapere interpretare il risultato
degli esami
- Formulare tabelle di composizione degli alimenti
- Compilare liste di equivalenti di nutrienti
- Calcolare il fabbisogno nutrizionale per fasce di età
- Elaborare razioni alimentari per fasce di età
- Elaborare questionari per la rilevazione delle abitudini alimentari
- Elaborare questionari per la rilevazione dei consumi alimentari
- Condurre indagini alimentari comprensive della rilevazione dell'apporto energetico globale e per singoli
nutrienti.
- Identificare i bisogni biologici, psicologici e sociali dell'individuo e della comunità, correlati
all'alimentazione ed alla nutrizione.
- Diagnosticare le necessità di aiuto delle persone di diverse età, cultura e stato di salute nei vari ambiti
sociali, integrando le conoscenze teoriche con quelle pratiche e rispondere ad esse.
- Identificare e gestire i bisogni di assistenza dietetico-nutrizionale sotto l'aspetto educativo, preventivo,
clinico e riabilitativo nei settori specialistici dell'area di medicina generale e specialistica, area di chirurgia
generale e specialistica, area di oncologia, area di neuropsichiatria, area materno-infantile.
- Pianificare e realizzare interventi di assistenza dietetico-nutrizionali nei diversi settori operativi, nelle diverse condizioni fisiologiche (età evolutiva, gravidanza, allattamento, età geriatrica) e nelle diverse patologie. I piani di intervento proposti devono garantire l'applicazione dei protocolli diagnostico-terapeutici, con valutazione del caso, definizione degli obiettivi, scelta delle modalità operative, metodi di verifica.
- Sapere utilizzare strumenti e metodologie di valutazione e revisione della qualità degli interventi nutrizionali.
- Conoscere le tecniche di nutrizione artificiale, saper preparare i composti per la nutrizione artificiale e saper
applicare le diverse metodologie per la esecuzione della nutrizione artificiale.
- Pianficare, realizzare e valutare un intervento di nutrizione artificiale ospedaliera e domiciliare.
- Valutare lo stato di nutrizione delle persone sane e malate, sapendo utilizzare gli strumenti idonei (anamnesi alimentare, antropometria, plicometria, valutazione della composizione corporea mediante bioimpedenziometria, ecc.) e
sapendo identificare le condizioni di malnutrizione (per eccesso o per difetto).
- Sviluppare abilità comunicative e relazionali e saper gestire relazioni di aiuto con gli utenti e le loro famiglie applicando tecniche relazionali.
- Saper utilizzare test finalizzati a identificare i disturbi del comportamento alimentare
- Programmare e gestire interventi dietetico-nutrizionali nell'ambito dei disturbi del comportamento alimentare (DCA), collaborando attivamente con equipe interprofessionali.
- Progettare e realizzare interventi di prevenzione, promozione alla salute ed educazione alimentare, rivolti alla popolazione sana o a campioni di popolazione con specifiche patologie. La elaborazione del progetto deve prevedere la capacità di realizzare tutte le sue fasi: analisi della situazione, definizione degli obiettivi, programmazione,valutazione dei risultati.
- Progettare, realizzare e valutare interventi di educazione terapeutica finalizzati all'autogestione della malattia, del trattamento e della riabilitazione nutrizionale per singoli individui e per gruppi (patologie croniche, DCA, ecc).
- Progettare, realizzare e valutare interventi dietetico-nutrizionali nei servizi di ristorazione collettiva clinici (per sani e per malati) e aziendali, volti al raggiungimento della qualità totale del pasto, sotto gli aspetti della sicurezza igienico-sanitaria, della qualità nutrizionale e delle caratteristiche organolettiche e di confort (elaborazione di razioni alimentari e relativi menù per gruppi di popolazione, elaborazione del piano di autocontrollo, di capitolati per derrate alimentari, ecc.).
- Eseguire relazioni valutative su strutture di ristorazione.
- Progettare, realizzare e valutare attività di sorveglianza nutrizionale: raccolta mirata di dati epidemiologici, rilevamento dei consumi alimentari, rilevamento dello stato nutrizionale per gruppi di popolazione (elaborazione di questionari, gestione di diari alimentari, ecc.).
- Formulare e gestire un programma di ricerca in ambito nutrizionale: definizione degli obiettivi, selezione della casistica, scelta degli strumenti di indagine, raccolta dei dati, analisi dei risultati
- Progettare, gestire e valutare attività formative e tutoriali di supporto agli studenti in tirocinio ed orientate alla formazione permanente, acquisendo la capacità di utilizzare sistemici informatici per la raccolta ed archiviazione dati, elaborando tabelle dietetiche e menù, raccogliendo e selezionando materiale bibliografico, creando grafici e gestendo flussi informativi sull'attività di un servizio.
- Condurre e partecipare a gruppi di lavoro interprofessionali
- Prendere decisioni assistenziali in coerenza con le dimensioni legali, etiche e deontologiche che regolano la organizzazione sanitaria e la responsabilità professionale.
- Realizzare rapporti efficaci e deontologicamente corretti con gli Utenti, gli altri Professionisti, le Strutture socio-sanitarie e altre componenti dove si richieda la propria competenza professionale.

Insegnamenti

Consulta gli insegnamenti all'interno del piano didattico Piano didattico: tutti gli insegnamenti del corso

Curricula dettagliati

 

Attività tirocinio

Il Corso di Laurea ha 700 ore di tirocinio suddivise nei tre anni di corso, ripartite nelle seguenti attività formative:

Tirocinio 1 (3Cfu - 75 ore)

Tirocinio 2 (12 Cfu - 300 ore)

Tirocinio 3 (13 Cfu - 325 ore)

Mobilità internazionale

Presidente della Commissione per la mobilità studentesca è la Prof.ssa Carla De Giovanni
E-mail: carla.degiovanni@unibo.it

Telefono. 051/2094792

Referente per gli scambi internazionali per gli studenti del Corso di Studio è la Prof.ssa Francesca Pasqui.

E-mail: francesca.pasqui@unibo.it

Phone: 051/2094676

Accesso a ulteriori studi

Dà accesso agli studi di secondo ciclo (laurea specialistica/magistrale) e master universitario di primo livello.

Ulteriori informazioni

 

Contatti e recapiti utili

Presidente del Corso di Studio:

Prof. Davide Festi

E-mail: davide.festi@unibo.it

Referente:

Dr. Francesca Pasqui

E-mail: francesca.pasqui@unibo.it

Segreteria Studenti della Facoltà di Medicina e Chirurgia
E-mail: segmed@unibo.it
Telefono: 051/2094601 ; Fax: 051/2094604