Laurea Magistrale a ciclo unico in Odontoiatria e protesi dentaria

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea Magistrale a ciclo unico
Anno Accademico 2016/2017
Ordinamento D.M. 270
Codice 8204
Classe di corso LM-46 - ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA
Anni Attivi I, II, III, IV, V, VI
Modalità di erogazione della didattica Convenzionale
Tipo di accesso Numero programmato
Sede didattica Bologna
Coordinatore del corso Lucio Montebugnoli
Docenti Elenco dei docenti
Lingua Italiano

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

L'obiettivo del Corso di Laurea magistrale in odontoiatria e protesi dentaria è formare una figura professionale in grado di svolgere la professione odontoiatrica. Gli obiettivi generali e la struttura del piano degli studi di seguito descritto si rifanno ai contenuti delnuovo schema di Decreto Ministeriale Nuove Classi di Laurea Disciplina corsi di Laurea magistrali, che definisce i Corsi di laurea magistrali nell'osservanza delle direttive dell'Unione Europea e al Regolamento Didattico di Ateneo dell'Università di Bologna. Il piano didattico, prevede 360 Crediti Formativi Universitari (CFU) nei 6 anni e 60 CFU per anno. La distribuzione dei 360 crediti formativi, è determinata nel rispetto delle condizioni riportate negli allegati del decreto, che stabilisce i crediti da attribuire agli ambiti disciplinari includenti attività formative "indispensabili" alla formazione dell'odontoiatra.
Al credito formativo universitario (CFU), che corrisponde a 25 ore di impegno medio per studente, si propone l'attribuzione di un valore medio di 8 ore ogni CFU per lezione frontale mentre 12 ore per CFU di esercitazione/tirocinio, in armonia con le Linee guida dell'Ateneo di Bologna. La restante quota del credito formativo è a disposizione dello studente per lo studio personale. I titolari degli insegnamenti professionalizzanti sono responsabili del tirocinio relativo all'insegnamento nell'a mbito dei 90 CFU di legge. Per ogni singolo tirocinio dovrà essere effettuata una valutazione in itinere di cui il docente terrà conto ai fini del voto finale d'esame. Le conoscenze fisiopatologiche e cliniche di medicina generale ed odontostomatologiche acquisite con le attività formative comprese nel piano didattico e le attività pratiche di tipo clinico, determinano e definiscono il profilo professionale dell'odontoiatra che opera nei Paesi dell'Unione Europea.
A conclusione dei sei anni il laureato magistrale in odontoiatria e protesi dentaria ha acquisito le conoscenze e le abilità tecniche pe r inserirsi professionalmente nell'ambito odontoiatrico sia privato che pubblico. Il laureato ha inoltre sviluppato le capacità di apprendimento necessarie per intraprendere studi specialistici. Svolge attività inerenti la prevenzione, la diagnosi e la terapia delle malattie ed anomalie congenite ed acquisite dei denti, della bocca, delle ossa mascellari, delle articolazioni temporo-mandibolari e dei relativi tessuti, nonché la riabilitazione odontoiatrica, prescrivendo tutti i medicamenti ed i presìdi necessari all'esercizio della professione. Possiede un livello di autonomia professionale, culturale, decisionale e operativa tale da consentire loro un costante aggiornamento, avendo seguito un percorso formativo caratterizzato da un approccio olistico ai problemi di salute orale della persona sana o malata, anche in relazione all'ambiente fisico e sociale che lo circonda.
Negli aspetti generali, il primo biennio è indirizzato allo studio di attività formative di base mirate a fare conoscere allo studente i fondamenti dell'organizzazione strutturale e delle funzioni vitali del corpo umano e comprende corsi che affrontano problematiche legate al rapporto medico-paziente e alla comprensione dei principi che sono alla base della metodologia scientifica. Lo studente apprende il metodo per affrontare il paziente con problematica oro-dentale.
Il successivo triennio prevede lo studio di discipline di interesse medico, chirurgico e specialistico con particolare riferi mento alle problematiche cliniche correlate alle patologie odontostomatologiche. Queste attività formative si svolgono contestualmente allo studio delle discipline odontoiatriche ed al tirocinio clinico professionalizzante. Acquisite durante il primo biennio le conoscenze sui grandi sistemi e compresi i principi eziopatogenetici alla base delle alterazioni organiche, funzionali ed omeostatiche, si valutano i quadri anatomopatologici delle affezioni più comuni e si introducono i principi generali delle scienze farmacologiche ed anestesiologiche.
Il sesto anno comprende corsi clinici integrati finalizzati alla cura del paziente con problematiche di salute generale ed odontostomatologiche complesse. Viene introdotto un corso di patologia e terapia maxillo-facciale al quale, come ai precedenti, viene data un'impostazione globale del trattamento del paziente. Al sesto anno le sessioni cliniche in odontoiatria conservativa ed endodonzia, chirurgia orale, parodontologia, ortodonzia, gnatologia, clinica odontostomatologica, odontoiatria pediatrica e protesi proseguono ed integrano le competenze maturate nelle diverse aree cliniche nei precedenti anni, enfatizzando le relazioni fra patologia sistemica e cavo orale. La didattica frontale-seminariale prevista, è finalizzata prevalentemente alla discussione interdisciplinare dei casi clinici assegnati. Si affrontano le tematiche relative all'organizzazione generale della professione.

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: SCIENZE BIOMEDICHE E BIOLOGICHE DI BASE
Il laureato magistrale:
- Conosce ed è in grado di comprendere i principi fondamentali dell'anatomia umana, della struttura e della funzione delle principali molecole biologiche e delle trasformazioni a cui vanno incontro, con particolare riferimento alle principali vie metaboliche.
- Conosce ed è in grado di comprendere la struttura macroscopica e microscopica dell'organismo umano, con particolare riferimento all'apparato stomatognatico, inclusi gli aspetti dell'embriogenesi.

AREA DI APPRENDIMENTO: SCIENZE GENERALI PER LA FORMAZIONE DELL'ODONTOIATRA
Il laureato magistrale:
- possiede una preparazione che gli consenta di conoscere i principi generali della fisica, della statistica medica, dell'informatica e della psicologia con riferimento alle principali implicazioni in campo biomedico.
- è in grado di: applicare le leggi della statica alle articolazioni del corpo umano, inclusa la mandibola; applicare le leggi generali della meccanica e quelle dei fluidi al circuito idrodinamico del sangue; conoscere e applicare ai principali fenomeni biologici i concetti base di elettricità' e magnetismo; conoscere i principi di funzionamento e i limiti delle principali strumentazioni impiegate in campo biomedico; conoscere le differenti architetture funzionali di un elaboratore elettronico; conoscere i criteri attraverso i quali si valutano le prestazioni di calcolo dei sistemi informatici; riconoscere e regolare i processi cognitivi ed emozionali associati alle reazioni allo stress e al dolore nei pazienti odontoiatrici; riconoscere l'organizzazione e le caratteristiche dei diversi tipi di studio epidemiologico sia osservazionale che sperimentale; conoscere i criteri attraverso i quali si valuta laffidabilità di una tecnica diagnostica; conoscere la metodologia di base per impostare una ricerca in Odontoiatria e Protesi Dentaria.
Il laureato magistrale al termine dell'attività conosce una gamma estesa di strutture morfologiche e un ampio repertorio lessicale relativo ad argomenti vari per completare testi autentici; è in grado di comprendere ed analizzare criticamente articoli, relazioni e testi scientifici su problematiche attuali; è in grado di comprendere discorsi e dialoghi di una certa lunghezza o estratti di conferenze, nonchè di seguire argomentazioni anche complesse su tematiche di interesse applicativo; conosce i meccanismi alla base della funzione nervosa, cardiovascolare, renale, respiratoria e digestiva; conosce i meccanismi e le interrelazioni delle funzioni vegetative e i fondamenti generali dell'endocrinologia; conosce i meccanismi alla base delle funzioni sensitive e motorie dellapparato stomatognatico; conosce e sa utilizzare strumenti per prevenire le malattie da infezione; conosce il ruolo della risposta immune nelle infezioni e come poter ricercare ed identificare gli anticorpi mediante reazioni sierologiche e di biologia molecolare; conosce l'importanza e l'uso di sieri e vaccini in campo odontoiatrico.

AREA DI APPRENDIMENTO: SCIENZE MEDICHE E LABORATORISTICHE DI RILEVANZA ODONTOIATRICA
Il laureato magistrale:
- conosce l'eziologia, la patogenesi e la clinica delle principali patologie dermatologiche di interesse stomatologico
- dispone delle conoscenze essenziali per identificare l'eziologia, l'epidemiologia, la clinica, i principi diagnostici, e le linee-guida terapeutiche e di profilassi delle principali Malattie Infettive, con specifico riferimento al campo dell'Odontostomatologia
- possiede una conoscenza delle basi fondamentali dell'Anatomia Patologica con particolare riguardo al distretto testa-collo e conoscenza di come utilizzare l'Anatomia patologica a scopo diagnostico
- possiede le conoscenze relative all'assorbimento, metabolismo ed escrezione dei farmaci, compresi gli anestetici locali
- è in grado di riconoscere le situazioni d'emergenza
- conosce le procedure basilari della rianimazione cardio-respiratoria
- conosce la legislazione italiana in materia sanitaria, in particolare il codice penale, civile e deontologico; comprende i collegamenti eziologici tra il suo operato e le norme giuridiche.

AREA DI APPRENDIMENTO: SCIENZE ODONTOIATRICHE E RADIOLOGICHE
Il laureato magistrale:
- conosce le basi teoriche e le tecniche dell'ortodonzia, gnatologia, conservativa, endodonzia, parodontologia, protesi, chirurgia orale e maxillofacciale, implantologia nell'adulto e nel bambino
- conosce le tecniche diagnostiche cliniche e radiografiche per la diagnosi delle patologie orali, maxillofacciali e dell'articolazione temporomandibolare
- conosce le principali patologie otorino in relazione al distretto orofaciale conosce le principali problematiche di chirurgia plastica ed estetica del distretto orofacciale.


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: SCIENZE BIOMEDICHE E BIOLOGICHE DI BASE
Il laureato magistrale:
- E' in grado di riconoscere le parti del corpo e l'anatomia dell'apparato stomatognatico
- E' in grado di riconoscere i tessuti ed i preparati istologici relativi al cavo orale
- E' in grado di riconoscere l'organizzazione e le caratteristiche funzionali delle mucose del cavo orale e delle ghiandole salivari; conoscere lo sviluppo e l'evoluzione fisiologica dei tessuti dentari; possedere le basi per l'interpretazione dei processi fisio-patologici che riguardano l'apparato stomatognatico;
- E' in grado di comprendere: conoscere i meccanismi fondamentali della regolazione delle attività delle cellule eucariotiche e gli elementi essenziali relativi alla modulazione di segnali molecolari coinvolti nella crescita e nel differenziamento cellulare, le dinamiche molecolari di regolazione dellespressione genica da parte di fattori di trascrizione e meccanismi di trasduzione nucleare del segnale.

AREA DI APPRENDIMENTO: SCIENZE GENERALI PER LA FORMAZIONE DELL'ODONTOIATRA
Il laureato magistrale è in grado di:
- applicare le leggi della statica alle articolazioni del corpo umano, inclusa la mandibola;
- applicare le leggi generali della meccanica e quelle dei fluidi al circuito idrodinamico del sangue;
- conoscere e applicare ai principali fenomeni biologici i concetti base di elettricità' e magnetismo;
- descrivere i protocolli e la modalità di trasmissione dati e i principali servizi software disponibili in rete;
- configurare un elaboratore per il suo collegamento in rete locale ed essere in grado di utilizzare i principali software di office automation e di internet working;
- utilizzare le metodologie di base per la messa in sicurezza dei sistemi informatici;
- è in grado di saper comunicare con efficacia e chiarezza con i pazienti ed i loro familiari (per i pazienti in età evolutiva);
- saper valutare il grado di compliance dei pazienti e saper orientare i loro atteggiamenti e motivazioni verso le diverse forme di trattamento e l'adozione di tecniche di prevenzione orale;
- saper organizzare il lavoro di una équipe multiprofessionale, valorizzando le motivazioni e le
competenze dei collaboratori
- è in grado di riconoscere la qualità di un articolo scientifico, potendo leggere e comprendere la letteratura scientifica in lingua inglese,
- coordinare le conoscenze specifiche con quelle delle discipline di base per riconoscere lacapacità di un risultato scientifico di rispondere ai criteri della Evidence Based Dentistry
- possiede le basi per l'interpretazione dei processi fisio-patologici che riguardano l'apparato stomatognatico, anche in relazione al resto del corpo
- diagnosticare le principali patologie del cavo orale che necessitano un trattamento antimicrobico;
- eseguire prelievi in modo corretto di materiale patologico da inviare al laboratorio per indagini microbiologiche; possiede le basi per leggere correttamente i referti microbiologici ed intraprendere la terapia del caso.

Le seguenti capacità di applicare conoscenza e comprensione vengono raggiungete e verificate anche attraverso la frequentazione di tirocini pratici.

AREA DI APPRENDIMENTO: SCIENZE MEDICHE E LABORATORISTICHE DI RILEVANZA ODONTOIATRICA
il laureato magistrale:
- è in grado di fare la valutazione del rischio biologico all'interno dello studio odontoiatrico, scegliere i dispositivi di protezione individuale più appropriati, predisporre le procedure corrette per lo smaltimento dei rifiuti speciali a rischio infettivo, scegliere i mezzi chimici e fisici più adatti per decontaminare lo strumentario e le attrezzature,
- riconoscere le procedure più idonee di sanificazione ambientale dello studio odontoiatrico, adottare le procedure più efficaci per il controllo del biofilm microbico nel riunito dentale, scegliere le medodiche più idonee per la rilevazione ed il controllo della carica microbica aerodispersa, coordinare l'equipe dello studio odondotiatrico nell'applicazione degli adempimenti stabiliti dalle delibere nazionali e regionali
- conosce il significato diagnostico degli esami che valutano l'emostasi primaria, l'emostasi secondaria e lo stato trombofilico, dell'assetto lipoproteico plasmatico, per la valutazione della funzionalità epatica e la funzionalità renale
- è in grado di svolgere correttamente alcuni impegni di carattere giuridico (referto, rapporto, certificati medici)
sa effettuare la rianimazione cardio-polmonare di base (BLS)
- è in grado di applicare le tecniche anestesiologiche locali relative al trattamento delle malattie odontostomatologiche
- è capace di affrontare qualunque intervento odontoiatrico in relazione alle patologie dermatologiche, cardiovascolari, neurologiche in piena autonomia e sicurezza
- conosce le modalità di esecuzione di un esame istologico;
- comprende un referto istopatologico, con particolare riguardo alle patologie del cavo orale e delle ghiandole salivari;
- conosce l'evoluzione biologica delle malattie del cavo orale per poter organizzare follow-up adeguati nel paziente.

Le seguenti capacità di applicare conoscenza e comprensione vengono raggiungete e verificate anche attraverso la frequentazione di tirocini pratici.

AREA DI APPRENDIMENTO: SCIENZE ODONTOIATRICHE E RADIOLOGICHE
Il laureato magistrale:
- è in grado di diagnosticare, prevenire, curare le patologie odontostomatologiche nell'adulto e nel bambino, in particolare coll'aiuto dei tirocini che lo aiutano a mettere in pratica quanto appreso.
Le seguenti capacità di applicare conoscenza e comprensione vengono raggiungete e verificate anche attraverso la frequentazione di tirocini pratici .


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il laureato:

-Possiede la capacità di impostare e realizzare in autonomia programmi terapeutici volti alla riabilitazione del sistema stomatognatico
-E' in grado di riconoscere i propri limiti nell'assistere il paziente e riconoscere l'esigenza di indirizzare il paziente ad altre competenze per terapie mediche
-E' in grado di gestire autonomamente il trattamento odontoiatrico del paziente
-E' in grado di valutare l'efficacia del piano di trattamento, degli interventi compiuti e dei risultati conseguiti
L'autonomia di giudizio viene coltivata nello studente mediante letture di articoli scientifici, o letture dedicate a uno specifico tema). Specificamente dedicata all'acquisizione dell'autonomia di giudizio l'elaborazione di un Progetto, che può essere il progetto di tesi o un progetto scientifico, cui è stato dedicato un congruo numero di CFU il quale culminerà in un elaborato autonomo provvisto di bibliografia.


ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Il laureato:

-Possiede una conoscenza della lingua inglese di livello intermedio anche utile per la consultazione di testi e riviste scientifiche
-E' in grado di comunicare efficacemente col paziente ed educare il paziente a tecniche di igiene orale appropriate ed efficaci e fornendolo di adeguate informazioni, basate su conoscenze accettate dalla comunità scientifica, per ottenere il consenso informato alla terapia.
-Sa sviluppare un approccio al caso clinico di tipo interdisciplinare, anche e soprattutto in collaborazione con altre figure dell'équipe sanitaria, approfondendo la conoscenza delle regole e delle dinamiche che caratterizzano il lavoro del gruppo degli operatori sanitari.
Le abilità comunicative vengono particolarmente sviluppate in occasione del lavoro di tesi che prevede relazioni mensili scritte o attraverso l'ausilio di strumenti multimediali, da presentare al Relatore e ad una specifica commissione del corso di studi. Critica a questo riguardo è la presentazione dell'elaborato di tesi, che avverrà attraverso strumenti multimediali davanti all'apposita commissione di laurea.


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

Il laureato:

-Possiede la capacità di consultare banche dati ai fini di acquisire documentazione scientifica ed analizzare la letteratura scientifica applicando i risultati della ricerca alla terapia in modo affidabile
-E' in grado di interpretare correttamente la legislazione concernente l'esercizio dell'odontoiatria del paese dell'Unione Europea in cui l'odontoiatra esercita e prestare assistenza nel rispetto delle norme medico-legali ed etiche vigenti nel paese in cui esercita.
La capacità di apprendimento viene valutata attraverso forme di verifica continua durante le attività formative, compenetrando le conoscenze acquisite nel corso di attività specifiche a quelle conseguite mediante lo studio personale, valutando il contributo critico dimostrato nel corso di attività esercitazionali, seminariali e di tirocinio clinico, nonché mediante la verifica della capacità di auto-apprendimento maturata durante lo svolgimento dell'attività relativa alla prova finale.

Attività tirocinio

Gli studenti del Corso di Laurea in Odontoiatria e Protesi dentaria svolgono complessivamente 90 CFU di tirocinio così suddivisi:

II ANNO: Totale attività di Tirocinio (6 cfu, 72 ore)

III ANNO: Totale attività di Tirocinio (18 cfu, 216 ore)

IV ANNO: Totale attività di Tirocinio (15 cfu, 180 ore)

V ANNO: Totale attività di Tirocinio (15 cfu, 180 ore)

VI ANNO: Totale attività di Tirocinio (36 cfu, 432 ore)

Mobilità internazionale

Referenti:

Ufficio Staff - Supporto Mobilità Internazionale Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Polo didattico Murri, Via Massarenti 9 -40138 Bologna

Email: erasmus.medicine@unibo.it

Tel: +39 (0) 512095543
Fax: +39 (0) 512086020

Prova finale

Modalità di svolgimento della prova finale
Per la prova finale, trattandosi di laurea magistrale, è prevista la presentazione di una tesi elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore, la cui valutazione deve essere espressa mediante una votazione in centodecimi con eventuale lode

Accesso a ulteriori studi

Dà accesso agli studi di terzo ciclo (Dottorato di ricerca e scuola di specializzazione) e master universitario di II livello.

Sbocchi occupazionali

PROFILO PROFESSIONALE:
Odontoiatra (é necessario il superamento dell’esame di stato e l’iscrizione all’albo)

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Gli Odontoiatri svolgono attività inerenti la prevenzione, la diagnosi e la terapia delle malattie ed anomalie congenite ed acquisite dei denti, della bocca, delle ossa mascellari, delle articolazioni temporo-mandibolari e dei relativi tessuti, nonché la riabilitazione odontoiatrica, prescrivendo tutti i medicamenti ed i presìdi necessari all'esercizio della professione.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono richieste specifiche conoscenze, capacità e abilità di tipo odontoiatrico. E’ necessaria una specializzazione e una capacità di approfondimento in particolare nei settori specifici anatomico, fisiologico, patologico, odontoiatrico e radiologico. Oltre a capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo, sono richieste adeguate competenze trasversali di tipo comunicativo-relazionale, organizzativo-gestionale e di programmazione, in accordo con il livello di autonomia e responsabilità assegnato, con le modalità organizzative e di lavoro adottate e con i principali interlocutori (colleghi, altri professionisti, utenti e pazienti).

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
L’odontoiatra ha sbocchi occupazionali nell'ambito della libera professione di Odontoiatria in studi professionali ed in ambulatori. Può altresì svolgere attività dirigenziale di I e II livello presso le strutture del Servizio Sanitario Nazionale, come previsto dalla vigente legislazione.


Parere delle parti sociali


ORGANO O SOGGETTO ACCADEMICO CHE EFFETTUA LA CONSULTAZIONE
Le consultazioni sono state eseguite nel primo semestre del 2008 dall'allora Presidente e Segretario del Corso di Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria.


ORGANIZZAZIONI CONSULTATE O DIRETTAMENTE O TRAMITE DOCUMENTI E STUDI DI SETTORE
Nel periodo maggio-luglio 2008 sono state consultate tramite questionario inviato con raccomandata AR dall'allora Presidente e Segretario del CLOPD i seguenti soggetti:
1) Associazione Nazionale Dentisti Italiani (ANDI) – Sezione di Bologna
2) Associazione Italiana Odontoiatri (AIO) – Sezione di Bologna
3) Cenacolo Odontostomatologico Italiano (COI-AIOG) – Sezione di Bologna
4) Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della Provincia di Bologna
5) Assessorato regionale alla Sanità E.R.
Sono stati inoltre inviati questionari a febbraio 2008 ai laureati in odontoiatria e PD di Bologna nei 5 anni precedenti.


MODALITA' E CADENZA DI STUDI E CONSULTAZIONI
Le risposte pervenute entro il 15 luglio 2008 sono state esaminate durante il Comitato ristretto per la didattica del Consiglio di Corso di Laurea Riunitosi il 18/7/2008. Sono ritornati 70 questionari riempiti dai laureati degli ultimi 5 anni, ed i questionari inviati al Presidente dell'ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Bologna, ai responsabili provinciali ANDI, AIO e COI-AIOG. Le risposte dei laureati sono di gradimento per il corso di laurea frequentato con una media di votazione tra 7/8 decimi. I laureati hanno chiesto l'approfondimento in alcune materie cliniche che è stato recepito aumentando il numero di CFU dedicati ai tirocinio clinici/esercitativi nelle materie professionalizzanti. Le risposte delle organizzazioni di professionisti interpellate, mostrano una totale condivisione del nostro progetto e pertanto non viene ulteriormente modificato.
Il progetto formativo viene costantemente controllato con tutti i corsi di laurea in odontoiatria degli atenei italiani tramite apposite riunioni dei Presidenti o Coordinatori di CLOPD nell'ambito del Collegio dei Docenti di odontoiatria che si svolgono almeno due volte all'anno.


DOCUMENTAZIONE
Le risposte ai questionari sono conservate presso i locali della Presidenza del Corso di Laurea, c/o DIBINEM sede operativa di Clinica Odontoiatrica, via San Vitale, 59 BOLOGNA.

Contatti e recapiti utili

Presidente del Corso di Studio

Prof. Lucio Montebugnoli

E-mail: lucio.montebugnoli@unibo.it

Referente: Prof. Gian Andrea Pelliccioni

E-mail: gian.pelliccioni@unibo.it

Tel: 051 2088108/139