Laurea in Logopedia (abilitante alla professione sanitaria di logopedista)

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea
Anno Accademico 2016/2017
Ordinamento D.M. 270
Codice 8478
Classe di corso L/SNT2 - PROFESSIONI SANITARIE DELLA RIABILITAZIONE
Anni Attivi I, II,III.
Modalità di erogazione della didattica Convenzionale
Tipo di accesso Numero chiuso
Sede didattica Faenza
Coordinatore del corso Antonia Parmeggiani
Docenti Elenco dei docenti
Lingua Italiano

Requisiti di accesso e verifica delle conoscenze/preparazione

Requisiti di accesso e loro verifica
Il Corso di Studio è a numero programmato ai sensi di legge. Il numero dei posti viene determinato annualmente dal MIUR a livello nazionale; è prevista una prova di ammissione secondo le modalità e nelle date previste dal bando di ammissione alle Professioni Sanitarie pubblicato annualmente sul sito Internet della Scuola.
Per essere ammessi al corso di laurea è necessario il possesso di Diploma di scuola media superiore di durata quinquennale o altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo, nonché di Diploma di scuola media superiore di durata quadriennale e del relativo anno integrativo o, ove non più attivo, del debito formativo assegnato.
E' necessario altresì il possesso delle conoscenze e competenze definite annualmente dal decreto ministeriale relativo alle prove di ammissione ai corsi di laurea programmati a livello nazionale.
Il numero di studenti iscrivibili, la data della prova di ammissione, il contenuto e le modalità di svolgimento della selezione saranno resi pubblici ogni anno con il relativo bando di concorso.
2.Verifica delle conoscenze
Le conoscenze e competenze richieste per l'accesso sono positivamente verificate con il raggiungimento, nella prova di ammissione, del punteggio minimo di:
20 per gli studenti rientranti nel contingente dei cittadini italiani, comunitari ed equiparati
5 per gli studenti rientranti nel contingente dei cittadini extracomunitari residenti all'estero, secondo quanto previsto dalla normativa vigente.
Le prove di verifica delle conoscenze si svolgono entro il 31 gennaio di ciascun anno.
3.Obblighi formativi aggiuntivi e loro verifica
Agli studenti immatricolati che non abbiano raggiunto nella prova di ammissione la votazione minima, sarà assegnato il seguente obbligo formativo aggiuntivo (OFA), da assolvere entro il primo anno di corso:
Acquisizione di nozioni di base.
L'obbligo formativo aggiuntivo assegnato si intende assolto con il superamento dell'esame di:
ANATOMIA, ISTOLOGIA, FISIOLOGIA
Il mancato soddisfacimento dell'obbligo entro la data deliberata dagli Organi Accademici e pubblicata sul Portale di Ateneo comporta la ripetizione dell'iscrizione al primo anno.
4.Esonero dalla verifica delle conoscenze
L'esonero dalla verifica delle conoscenze è previsto solo per lo studente che abbia maturato, nella precedente carriera accademica, tutti i crediti indicati nei seguenti settori scientifico disciplinari:
- SSD BIO/09 (Fisiologia) n. 2 CFU
- SSD BIO/16 (Anatomia umana) n. 2 CFU
- SSD BIO/17 (Istologia) n. 1 CFU
Per gli studenti provenienti da ordinamenti previgenti il D.M. 509/99, l'esonero sarà approvato nel caso in cui sia stato superato almeno un esame inerente le conoscenze contenute in uno dei SSD sopra indicati.
Tale esonero avviene su istanza dello studente e deve essere consegnata contestualmente alla domanda di immatricolazione alla Segreteria Studenti.

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

I laureati nella classe, ai sensi dell'articolo 56 del decreto ministeriale 17 Gennaio 1997, e successive modificazioni ed integrazioni, sono professionisti sanitari il cui campo proprio di attività e responsabilità è determinato dai contenuti dei decreti ministeriali istitutivi dei profili professionali e degli ordinamenti didattici dei rispettivi corsi universitari e di formazione post-base nonché degli specifici codici deontologici.
Il Logopedista al termine del percorso formativo, sarà in grado di acquisire conoscenze (sapere), competenze (saper fare) e capacità di relazione (saper essere) con particolare riferimento ai seguenti campi:
RESPONSABILITA PROFESSIONALE: è l'ambito che traduce l'assunzione di responsabilità del professionista Logopedista in tutto l'agire professionale attraverso il raggiungimento delle seguenti competenze: nella condotta professionale impara ad agire rispettando il profilo professionale, il codice deontologico, le norme e le leggi relative alla professione, sviluppa specificità di competenze nei riguardi dell'individuo e della famiglia impara ad agire nell'interesse del paziente riconoscendo le sue motivazioni la sua autonomia e le sue abilità ed esercita nella propria autonomia la pratica clinica nel rispetto degli interessi del paziente e delle altre figure professionali;
CURA E RIABILITAZIONE: questo ambito si riferisce alle competenze che lo studente sarà in grado di possedere per assumere informazioni oggettive e soggettive attraverso l'utilizzo di strumenti standardizzati, colloqui e osservazioni per l'identificazione dei bisogni riabilitativi logopedici della persona e della collettività. Collaborare alla stesura del pr ogetto riabilitativo, pianificare l'intervento di cura e riabilitazione logopedica, definire il programma riabilitativo, individuare le modalità terapeutiche più adeguate al paziente identificando le strategie di cura e riabilitazione dei disordini del linguaggio orale e scritto, uditive, delle funzioni comunicativo-sociali, cognitive, prassiche e della deglutizione in tutte le fasce d'età. Verificare la necessità di ausili per il miglioramento della vita quotidiana. Eseguire l'intervento riabilitativo secondo il progetto/ programma. Stendere il programma riabilitativo in forma scritta con obiettivi a breve, medio e lungo termine, condividerlo con il paziente e con la famiglia, stabilire il contratto terapeutico. Valutare l'outcome e le risposte dell'intervento riabilitativo registrandone le modificazioni, prevenire e affrontare le situazioni critiche, attuare interventi mirati per fronteggiare situazioni critiche. Garantire la sicurezza del paziente e l'applicazione di interventi privi di rischi, in relazione alla normativa vigente. Saper adattare e modificare l'intervento durante il percorso riabilitativo nel rispetto delle esigenze del paziente. Saper valutare l'intervento logopedico durante il percorso riabilitativo.
EDUCAZIONE TERAPEUTICA: è l'attività sanitaria del logopedista tesa a sviluppare nella persona o nei gruppi, consapevolezza e responsabilità, si realizza attraverso interventi di educazione terapeutica, stabilendo una relazione di aiuto atta a sostenere la persona assistita e la famiglia. Inoltre istruire la persona assistita e i familiari ad apprendere abilità di autocura e recupero funzionale. Valutare il fabbisogno educativo della persona assistita e della famiglia e valutare in itinere l'aderenza al progetto educativo.
PREVENZIONE: Il logopedista dovrà essere in grado di individuare i bisogni di salute e di prevenzione della disabilità attraverso: l' individuazione di situazioni potenzialmente a rischio attraverso Screening mirati all'intervento precoce dei disturbi del linguaggio e della comunicazione, dell'udito e delle funzioni orali in tutte le fasce d'età. In particolare questo ambito rappresenta una parte integrante del programma riabilitativo che vede il logopedista impegnato in attività volte all'individuazione ed al superamento di situazioni a rischio per il singolo e per la collettività, con azioni esplicate attraverso indagini, screening e follow-up .
GESTIONE/MANAGEMENT: comprende tutti gli strumenti gestionali (risorse, informazioni, aspetti economici) indispensabili per la corretta attuazione dell'agire quotidiano del Logopedista attraverso le seguenti azioni: identificare la natura del problema, analizzare, scegliere, interpretare e individuare la risoluzione del problema ricorrendo ad eventuali collaborazioni. Nella gestione del proprio lavoro saper riconoscere e rispettare ruoli e competenze, interagire e collaborare con equipe multiprofessionali, utilizzare Linee Generali e protocolli per uniformare le modalità operative. Nella gestione del rischio clinico, identificare e segnalare le difficoltà. Saper utilizzare i sistemi informativi e informatici per analizzare i dati.
FORMAZIONE/AUTOFORMAZIONE: è il contesto nel quale il Logopedista si forma, sviluppa e consolida le proprie fondamenta culturali, attraverso le seguenti competenze: saper identificare gli obiettivi di apprendimento e formazione nel percorso formativo con coordinatore e tutor, saper valutare il raggiungimento degli obiettivi. Assumere la responsabilità della propria formazione e sviluppo professionale, autovalutare il raggiungimento degli obiettivi, riflettere e autovalutarsi nelle implementazioni delle proprie conoscenze e abilità.
COMUNICAZIONE E RELAZIONE: Questo ambito definisce il sub-strato relazionale attraverso cui il Logopedista applicherà la propria pratica professionale nel contesto riabilitativo e in quello sociale ed istituzionale, attraverso competenze comunicative e di relazione con l'utente e la sua famiglia, con modalità di ascolto attivo e di gestione delle dinamiche relazionali. Interagendo anche con altri professionisti, coordinatori e tutor e con operatori di altre strutture.

PERCORSO FORMATIVO: L' insieme delle conoscenze che saranno acquisite dal laureato, pari a 180 CFU costituiranno il bagaglio culturale, scientifico e relazionale necessario ad acquisire la piena competenza professionale e a comprendere, affrontare e gestire gli eventi patologici che richiedono l' intervento riabilitativo e/o terapeutico e saranno conseguiti mediante la partecipazione a lezioni frontali, ad esercitazioni di laboratorio, lezioni pratiche in aule attrezzate con presidi riabilitativi, seguiti da docenti e tutor, oltre allo studio personale (biblioteca, banche dati) delle materie offerte dal CdL. In particolare, tramite le competenze biochimiche, fisiche, statistiche, anatomiche, fisiologiche,patologiche, cliniche, chirurgiche, psicologiche e sociologiche conseguirà una solida base di conoscenza degli aspetti e delle funzioni biologiche integrate degli organi e apparati umani, della metodologia statistica per la rilevazione dei fenomeni che regolano la vita individuale e sociale dell' uomo, dei concetti di emergenza e primo soccorso in stretta interazione con le discipline caratterizzanti il CdL. Realizzerà il costrutto della professione anche tramite caratterizzanti competenze in scienze logopediche, linguistiche, neuropsichiatria infantile, psicologia, neurologia, neuropsicologiche che consentiranno l'apprendimento dei concetti fondamentali delle scienze umane e del comportamento, dell'etica e della deontologia professionale, delle malattie dell'apparato locomotore, delle metodologie e tecniche logopediche nonché elementi di gestione e management professionale, utili allo sviluppo professionale nei contesti di lavoro.
In relazione a tali obiettivi specifici di formazione, l'attività formativa, prevalentemente organizzata in Insegnamenti specifici, garantisce una visione unitaria e nel contempo, interdisciplinare degli obiettivi didattici stessi con l'approfondimento, altresì, di conoscenze derivanti dagli ambiti disciplinari caratterizzanti, anche quelli più specificamente professionalizzanti e dagli altri ambiti disciplinari.
Ai sensi del DM, 19 febbraio 2009 ciascun insegnamento attivato prevede un congruo numero intero di crediti formativi, al fine di evitare una parcellizzazione delle informazioni trasmesse agli studenti. Le forme didattiche previste comprendono lezioni frontali, seminari, gruppi di lavoro e discussione su tematiche pertinenti e su simulazioni atti a perseguire gli obiettivi del percorso formativo. Il processo d'insegnamento si avvarrà di moderni strumenti didattici. All'attività didattica tradizionale si affianca l'attività di tirocinio guidato presso servizi sanitari specialistici pubblici ed altre strutture di rilievo scientifico e di valenza per il soddisfacimento degli obiettivi formativi, situati in Italia o all'estero e legati da specifiche convenzioni. Tale training consente una progressiva assunzione di responsabilità e di autonomia professionale, nell'ambito delle quali gli studenti acquisiscono la capacità di valutare le diverse problematiche legate alla riabilitazione in ambito pediatrico, a elaborare il profilo di sviluppo del bambino e il programma riabilitativo individualizzato e mirato, ad integrarsi in un lavoro di gruppo cooperando con le diverse figure coinvolte nel progetto riabilitativo. Le attività di laboratorio e di tirocinio vengono svolte con la supervisione e la guida di tutori professionali appositamente designati sulla base di abilità comunicative di rilievo, appositamente formati per tale funzione, assegnati a ciascun discente. Le attività di Laboratorio e di tirocinio sono coordinate da un docente con il più elevato livello formativo e appartenente al profilo professionale corrispondente al corso di laurea.
Il piano di studi prevede un massimo di 20 esami e/o di valutazioni finali di profitto, organizzati come prove di esame integrate per più insegnamenti o moduli coordinati. La verifica di tale apprendimento viene vagliata attraverso prove d'esame, articolate oltre che nelle tradizionali modalità dell'esame orale o scritto, anche in una sequenza di prove in itinere (prove di autovalutazione e colloqui intermedi), utili a verificare le conoscenze acquisite. Relativamente alle prove scritte gli strumenti utilizzati sono: (1) test a risposta multipla o risposte brevi scritte, organizzati su problematiche a carattere interdisciplinare, seguiti da esami utili ad accertare le competenze acquisite; (2) redazione di elaborati scritti su temi assegnati ed analisi delle attività ed agli elaborati relativi alla prova finale ed anche a commento delle esercitazioni svolte sul territorio ed in laboratorio ed attraverso la valutazione del p rofilo complessivo elaborato in base a criteri predefiniti.

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: SCIENZE BIOMEDICHE
Il laureato in Logopedia:
• conosce la forma, la posizione, i rapporti e la struttura dei principali organi ed apparati del corpo umano;
• possiede le conoscenze di fisiologia dei principali sistemi ed apparati del corpo umano e i meccanismi di regolazione delle funzioni vitali
• conosce i principali aspetti morfo funzionali dei tessuti epiteliale, connettivo, muscolare e nervoso
• conosce la fisiologia dei recettori sensoriali in particolare degli apparati uditivo e vestibolare
• conosce le caratteristiche biologiche generali, i meccanismi di patogenicità, le basi genetiche e le modalità di trasmissione delle malattie ereditarie
• conosce i processi fisio-patologici della comunicazione umana verbale, non verbale e scritta.
• conosce le alterazioni cognitive del linguaggio e della parola e della voce, della fluenza, dell'udito e della deglutizione delle persone nelle diverse età della vita.

AREA DI APPRENDIMENTO: SCIENZE PSICO-SOCIALI LINGUISTICHE E UMANISTICHE E INFORMATICHE
Il laureato in Logopedia:
• conosce gli aspetti strutturali e funzionali della lingua italiana
• conosce gli aspetti cognitivi e sociali della comunicazione
• conosce le dinamiche psicologiche, relazionali e culturali correlate ai disturbi comunicativo –linguistici, dell'udito e della deglutizione
• conosce i sistemi informativi e di gestione delle informazioni
• conosce le metodologie e le tecniche di comunicazione, di ricerca e di scambio di informazioni su rete internet.

AREA DI APPRENDIMENTO: SCIENZE LOGOPEDICHE GENERALI E SPECIFICHE
Il laureato in Logopedia:
• conosce i campi di intervento della logopedia
• conosce i disturbi specifici dell'apprendimento e della comunicazione nelle diverse fasce d'età
• conosce le metodologie, strumenti e procedure di rilevamento dei dati
• comprende le metodologie riabilitative di intervento e le evidenze che guidano la presa di decisione clinica.

AREA DI APPRENDIMENTO: SCIENZE PREVENTIVE, ETICHE, LEGALI E SOCIOLOGICHE
Il laureato in Logopedia:
• conosce i determinanti di salute
• conosce i fattori di rischio
• conosce le strategie di prevenzione sia individuali che collettive
• conosce gli interventi volti a promuovere la sicurezza degli operatori sanitari e degli utenti
• conosce l'organizzazione del Sistema Sanitario
• conosce le normative vigenti relative all'esercizio della professione in materia socio-sanitaria
• comprende l'integrazione e interdipendenza con altre figure professionali del team
• conosce il rispetto dei valori etici , legali e sociali nella pratica quotidiana.


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: SCIENZE BIOMEDICHE
Il laureato in Logopedia:
• integra le conoscenze biologiche e anatomo-funzionali per accertare le alterazioni del linguaggio, cognitive e della deglutizione e gli effetti della perdita dell'udito sullo sviluppo del linguaggio
• utilizza le conoscenze biologiche cliniche e le teorie della linguistica nella valutazione dei disturbi della comunicazione.


AREA DI APPRENDIMENTO: SCIENZE PSICO-SOCIALI LINGUISTICHE E UMANISTICHE E INFORMATICHE
Il laureato in Logopedia:
• è in grado di instaurare una relazione con l'utente e la sua famiglia con modalità di ascolto attivo
• utilizza le conoscenze pedagogiche e psicologiche per motivare i pazienti al trattamento
• propone strategie educative efficaci
• applica modalità comunicative e relazionali adeguate interagendo con altri professionisti, coordinatori e tutor o operatori di altre strutture
• è in grado di applicare strumenti informatici per la raccolta dati ed interpretazione dei risultati
• è in grado di ricercare su banche dati studi di ricerca professionale ai fini della pratica clinica basata sulle evidenze.

AREA DI APPRENDIMENTO: SCIENZE LOGOPEDICHE GENERALI E SPECIFICHE
Il laureato in Logopedia:
• è in grado di scegliere e utilizzare, in base alle evidenze, le procedure di valutazione più adatte, dati clinici e strumenti standardizzati per pianificare modelli educativi e riabilitativi per prevenzione e cura di disordini della comunicazione e del linguaggio nelle diverse età
• è in grado di individuare situazioni a rischio mirati all'intervento precoce dei disturbi del linguaggio
• è in grado di pianificare e redigere un programma riabilitativo in forma scritta con obiettivi a breve e lungo termine
• è in grado di monitorare e adeguare il piano terapeutico in base alle necessità dell'utente
• è in grado di proporre e verificare l'eventuale utilizzo di ausili per il miglioramento delle attività di vita quotidiana e ne addestra l'uso
• è in grado di valutare l'outcome e le risposte dell'interventoriabilitativo logopedico registrandone le modificazioni
• è in grado di interpretare e applicare i risultati della ricerca alla pratica logopedica.

AREA DI APPRENDIMENTO: SCIENZE PREVENTIVE, ETICHE, LEGALI E SOCIOLOGICHE
Il laureato in Logopedia:
• è in grado di individuare eventuali segnali di emergenza e attivare protocolli d'urgenza
• è in grado di applicare le norme di prevenzione delle malattie nei luoghi di lavoro
• è in grado di agire rispettando il profilo professionale, il codice deontologico e le norme della professione
• applica le conoscenze professionali in contesti organizzativi diversi, anche in collaborazione con il team multidisciplinare
• è in grado di assumersi responsabilità per fornire interventi logopedici conformi a standard professionali di qualità.


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il laureato in Logopedia è in grado di:

• sviluppare piani terapeutici e riabilitativi appropriati con obiettivi misurabili e raggiungibili adattandoli alle diverse età e tenendo conto delle differenze culturali e linguistiche;
• praticare trattamenti riabilitativi logopedici riconoscendo e rispettando la dignità, la cultura, i valori, i diritti dei singoli individui;
• misurare e valutare la performance del paziente in collaborazione con il team interdisciplinare;
• modificare il piano terapeutico in base alle necessità del paziente;
• assumere la responsabilità e rispondere del proprio operato durante la pratica professionale in conformità al profilo, al codice deontologico e a standard etici e legali;
• dimostrare consapevolezza dell'influenza dei propri sentimenti, valori e pregiudizi sulla relazione col paziente e la presa di decisioni;
• utilizzare le conoscenze pedagogiche e psicologiche per motivare i pazienti al trattamento e proporre strategie educative efficaci;
Metodologie e attività formative, strumenti didattici per sviluppare i risultati attesi
• Lezioni frontali;
• lettura guidata ed esercizi di applicazione;
• discussione di casi in sottogruppi con presentazioni in sessioni plenarie;
• tirocinio con esperienze supervisionate da tutor in diversi contesti e con una progressiva assunzione di autonomia e responsabilità.
Strumenti di valutazione per accertare il conseguimento dei risultati attesi
• esami scritti e orali, prove di casi a tappe,
• feedback di valutazione durante il tirocinio (attraverso schede di valutazione strutturate e report clinici sulla pratica professionale).


ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Il laureato in Logopedia sarà in grado di:

• ascoltare, informare, dialogare con pazienti e familiari in modo efficace e comprensibile;
• comunicare, argomentare e motivare il proprio operato e le decisioni assunte con i colleghi e con differenti figure professionali;
• adattare la comunicazione a seconda del contesto e nel rispetto di differenze culturali, etniche e valoriali delle persone assistite;
• utilizzare le conoscenze pedagogiche e psicologiche per motivare i pazienti al trattamento e proporre strategie educative efficaci;
• attuare tecniche di counseling logopedico per la comunicazione in area problematica, per attivare le risorse e le capacità di risposta del cliente e coinvolgere la famiglia e i caregivers nel percorso riabilitativo;
• utilizzare gli strumenti di documentazione dell'attività clinico riabilitativa;
• comprendere la lingua inglese (linguaggio tecnico-specialistico) al livello necessario alla consultazione della letteratura scientifica di interesse professionale. sia attraverso l'acquisizione delle quattro abilità linguistiche (lettura, scrittura, ascolto, e dialogo) sia la frequenza vincolata delle lezioni, secondo criteri che verranno specificati in itinere dal corso di studi, in coerenza alle prescrizioni degli Organi accademici."
è in grado di leggere/interpretare i risultati della letteratura scientifica inglese di interesse professionale
• è in grado di comunicare anche con utenza straniera ( lingua inglese) anche per percorsi formativi professionalizzanti ( percorso Erasmus).

Metodologie e attività formative, strumenti didattici per sviluppare i risultati attesi
• lezioni frontali;
• video e analisi critica di filmati, simulazioni, narrazioni, testimonianze;
• discussione di casi e di situazioni relazionali paradigmatiche in sottogruppi con presentazioni in sessioni plenarie;
• tirocinio con esperienze supervisionate da tutor in diversi contesti con sessioni di debriefing per riflettere e rielaborare esperienze relazionali con l'utenza e con l'equipe.
Strumenti di valutazione per accertare il conseguimento dei risultati attesi
• l'osservazione di filmati o dialoghi con griglie strutturate
• feedback di valutazione durante il tirocinio (attraverso portfolio, schede di valutazione strutturate e report clinici).


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

Il laureato in Logopedia sarà in grado di sviluppare le seguenti capacità di
autoapprendimento nel:
• dimostrare le capacità di autovalutazione delle proprie competenze e delineare i propri bisogni di sviluppo e apprendimento
• sviluppare le abilità di studio indipendente / continuare a studiare in modo autonomo e ricercare con continuità le opportunità di autoapprendimento;
• individuare autonomamente le informazioni necessarie per risolvere problemi o incertezze della pratica professionale, consultando la letteratura corrente e favorendo la sua applicazione nella pratica logopedica;
• dimostrare conoscenze dei metodi di ricerca relativi alle problematiche e alle questioni delle terapia del linguaggio.

Metodologie e attività formative, strumenti didattici per sviluppare i risultati attesi
• utilizzo di contratti e piani di autoapprendimento al fine di responsabilizzare lo studente nella pianificazione del suo percorso di tirocinio e nell'autovalutazione;
• laboratori di metodologia della ricerca bibliografica cartacea e online;
• lettura guidata alla valutazione critica della letteratura scientifica e professionale sia in italiano sia in inglese.
Strumenti di valutazione per accertare il conseguimento dei risultati attesi
• project - work, report su mandati di ricerca specifica;
• supervisione tutoriale sul percorso di tirocinio;
• partecipazione attiva alle sessioni di lavoro e di debriefing.

Attività tirocinio

Le attività di tirocinio constano di n. 1500 ore totali, così suddivise:

- Tirocinio 1 - I anno - 10 CFU, 250 ore.

- Tirocinio 2 - II anno - 25 CFU, 625 ore.

- Tirocinio 3 - III anno - 25 CFU, 625 ore.

Mobilità internazionale

Referenti:

Ufficio Staff - Supporto Mobilità Internazionale Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Polo didattico Murri, Via Massarenti 9 -40138 Bologna

Email: erasmus.medicine@unibo.it

Tel: +39 (0) 512095543
Fax: +39 (0) 512086020

Prova finale

.La prova finale si compone di:
a) Una prova pratica nel corso della quale lo studente deve dimostrare di avere acquisito le conoscenze e le abilità teorico-pratiche e tecnico-operative proprie dello specifico profilo professionale;
b) Redazione di un elaborato di una tesi e sua dissertazione.
La prova finale si svolgerà secondo quanto previsto dal "Regolamento sullo svolgimento della prova finale per le lauree delle professioni sanitarie", deliberato dal Consiglio della Scuola.

Accesso a ulteriori studi

Dà accesso agli studi di secondo ciclo (laurea specialistica/magistrale) e master universitario di primo livello.

Sbocchi occupazionali

PROFILO PROFESSIONALE:
LOGOPEDISTA

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
1 Il laureato può svolgere il ruolo professionale di logopedista ai sensi del DM. 14 settembre 1994, n. 742

2 Il logopedista, in base alla prescrizione del Medico:
- pratica autonomamente attività terapeutiche per la rieducazione dei pazienti, utilizzando tecniche verbali e non verbali di riabilitazione della comunicazione, del linguaggio e della voce;
- somministra test di valutazione e analisi strumentale per la valutazione del linguaggio e della voce;
- propone l'adozione di ausili, addestra il paziente al loro uso e ne verifica l'efficacia;
- svolge attività di studio, didattica e consulenza professionale nei servizi sanitari ed in quelli dove si richiedono le sue competenze;
- verifica l'efficacia dei metodi riabilitativi in base ai progressi del paziente.


COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono richieste specifiche conoscenze, capacità e abilità di tipo riabilitativo da applicare alle diverse problematiche del linguaggio, della comunicazione, delle funzioni corticali superiori, delle funzioni orali in età evolutiva, adulta e geriatrica. L’offerta di specifici corsi di aggiornamento permette al neo-professionista l’approfondimento di diversi settori riabilitativi (voce, sordità ,disturbi apprendimento ecc), rafforzando la capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo. Sono richieste adeguate competenze trasversali di tipo comunicativo-relazionale, organizzativo-gestionale e di programmazione, in accordo con il livello di autonomia e responsabilità assegnato, con le modalità organizzative e di lavoro adottate e con i principali interlocutori (colleghi, altri professioni, utenti e pazienti).

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
Il Logopedista trova collocazione nell' ambito del S.S.N. e Regionale in forma di dipendenza o in forma libero professionale in:
• Strutture pubbliche e private accreditate
• Cliniche/strutture /Centri di riabilitazione
• Residenze Sanitarie assistenziali
• A domicilio dei pazienti
• Stabilimenti termali
• Ambulatori medici e/o ambulatori polispecialistici
• Cooperative di servizi
• Strutture educative o enti locali.


Parere delle parti sociali


ORGANO O SOGGETTO ACCADEMICO CHE EFFETTUA LA CONSULTAZIONE
• Coordinatore del Corso di Laurea


ORGANIZZAZIONI CONSULTATE O DIRETTAMENTE O TRAMITE DOCUMENTI E STUDI DI SETTORE
• Federazione Logopedisti Italiani (F.L.I.) e Associazione Logopedisti Emilia Romagna ( ALER): Presidente ALER
• Fondazione Flaminia (Direttore)


MODALITA' E CADENZA DI STUDI E CONSULTAZIONI
La consultazione con le parti sociali è avvenuta in data 2.11.2010 con presentazione di bozza di Ordinamento Didattico, ottenendone un riscontro positivo.
In particolare sono state giudicate adeguate le capacità di organizzazione dei moduli didattici, dei laboratori, dei tirocini in ottemperanza alle indicazioni ministeriali, al fine di valorizzare il profilo professionale del Logopedista.
I Rappresentanti delle parti sociali esprimono:

- piena condivisione degli obiettivi formativi identificati;
- parere positivo del progetto formativo;
- valorizzazione della formazione interdisciplinare sia sul piano teorico che su quello applicativo del laureato in logopedia, che gli conferisca capacità di interagire e collaborare con le diverse figure professionali che compongono l'èquipe multidisciplinare.
Richiesto parere a FLI_ Emilia Romagna su Riesame 2013 /14 presentato in Consiglio di Corso del 25 luglio 2013. Il Segretario riconferma rapporto positivo con il Corso di Laurea e piena condivisione del progetto formativo in atto.


DOCUMENTAZIONE
I documenti della consultazione (lettere e verbali) sono reperibili presso la sede del Corso di Laurea in Logopedia dell'Università di Bologna_ sede di Faenza, segreteria didattica in Via Mura Torelli, 67 a Faenza.

Contatti e recapiti utili

Coordinatore del Corso di Studio

Prof. Antonia Parmeggiani

E-mail: antonia.parmeggiani@unibo.it


Responsabile delle attività didattiche professionalizzanti

Dott. Genovese Valentina

E-mail: valentina.genovese2@auslromagna.it

Punto Informativo

Tel: 0544 507956