Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea Magistrale
Anno Accademico 2017/2018
Ordinamento D.M. 270
Codice 8488
Classe di corso LM/SNT1 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
Anni Attivi I, II
Modalità di erogazione della didattica Convenzionale
Tipo di accesso Numero programmato
Sede didattica Bologna
Coordinatore del corso Francesca Ingravallo
Docenti Elenco dei docenti
Lingua Italiano

Requisiti di accesso e verifica delle conoscenze/preparazione

Per essere ammessi al corso di Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche e Ostetriche è necessario oltre al possesso del Diploma di scuola media superiore di durata quinquennale o di altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo (nonché di Diploma di scuola media superiore di durata quadriennale e del relativo anno integrativo o, ove non più attivo, del debito formativo assegnato), è altresì richiesto uno dei seguenti titoli:
1. Avere conseguito una delle seguenti Lauree nella classe SNT/1:
- Laurea in Infermieristica (abilitante alla professione sanitaria di Infermiere) o Laurea in Ostetricia (abilitante alla professione sanitaria di Ostetrica/o), o Laurea in Infermieristica Pediatrica (abilitante alla professione sanitaria di Infermiere pediatrico) (classe SNT/1).
2. Avere conseguito un Diploma Universitario abilitante all'esercizio di una delle professioni sanitarie ricomprese nella classe di laurea magistrale LM/SNT/1.
3. Avere conseguito altri titoli abilitanti all'esercizio di una delle professioni sanitarie ricomprese nella classe di laurea magistrale LM/SNT/1, di cui alla Legge n. 42/1999.
4. Possedere altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo, in particolare:
• possesso di un titolo accademico finale straniero solo nel caso in cui il titolo degli studi secondari sia stato conseguito al termine di un periodo di almeno 12 anni di scolarità
• in alternativa, titolo post-secondario conseguito in un Istituto Superiore non universitario che consenta in loco il proseguimento degli studi universitari nel livello successivo, solo nel caso in cui il titolo degli studi secondari sia stato conseguito al termine di un periodo di almeno 12 anni di scolarità
La verifica della idoneità del titolo, rispetto ai titoli italiani richiesti per l'ammissione alla prova viene effettuata da parte della Commissione per l'accesso al corso di laurea nominata annualmente dal Consiglio della Scuola e si basa sull'esame dei programmi degli esami sostenuti all'estero che devono essere allegati alla domanda di preiscrizione presentata dallo studente).
Il Corso di Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche e Ostetriche adotta un numero programmato di studenti in relazione alle risorse disponibili.
Il numero dei posti disponibili, le modalità di svolgimento della prova e l'eventuale ammissione in soprannumero sono definiti annualmente con decreto del Ministero e resi noti ogni anno nel relativo bando di concorso per l'ammissione al corso.
E' necessario altresì il possesso delle conoscenze e competenze previste definite annualmente dal decreto ministeriale relativo alle prove di ammissione ai corsi di laurea programmati a livello nazionale. Tali conoscenze sono verificate con la prova d'accesso.

Verifica dell'adeguatezza della personale preparazione
L'ammissione al Corso di Laurea Magistrale è subordinata anche al superamento di una verifica dell'adeguatezza della personale preparazione.
L'adeguatezza della personale preparazione è verificata mediante la prova scritta d'accesso e si intende superata qualora lo studente nella prova raggiunga il punteggio minimo di 32.
L'eventuale esonero dalla prova di ammissione prevista dal Ministero per determinate categorie di persone implica che gli stessi vengano esonerati anche dalla prova di verifica dell'adeguatezza della personale preparazione, sulla base dei medesimi presupposti previsti dal Decreto.

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

La Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche mira alla formazione di una figura professionale dotata di competenze avanzate e approfondite per lo svolgimento di interventi di carattere assistenziale infermieristico e ostetrico nell'ambito di quattro macro-aree: "coordinamento e assistenza avanzata" "organizzazione e management", "ricerca e innovazione", "formazione e educazione".
L'articolazione del corso di studi mira a raggiungere gli obiettivi di seguito indicati.
- Organizzazione e management Individuare le influenze psico-socio-culturali sul comportamento umano, come base per una migliore gestione del personale del processo di lavoro.
- Progettare e rendere operativi modelli innovativi per la prevenzione e gestione dei problemi prioritari di salute inerenti alla comunità, all'anziano e alla famiglia.
- Analizzare l'evoluzione e i cambiamenti dei servizi sanitari al fine di predisporre piani, programmi, progetti per l'organizzazione e lo sviluppo del sistema salute/servizi sanitari per le dimensioni di competenza infermieristica e ostetrica.
- Assumere la direzione di servizi di assistenza infermieristica e ostetrica in organizzazioni sanitarie e socio assistenziali.
- Progettare ed intervenire operativamente in ordine a problemi organizzativi complessi ed attuare modelli di organizzazione dei servizi infermieristici e ostetrici.
- Programmare, gestire e valutare i servizi assistenziali nell'ottica del miglioramento della qualità (pianificazione, organizzazione, direzione e controllo).
- Progettare interventi sanitari ed assistenziali complessi in aree ad elevata valenza epidemiologica o di grande impatto sulle popolazioni.
- Ricerca e innovazione.
- Valutare modalità e strumenti utilizzati per la ricerca applicata all'assistenza infermieristica e ostetrica e saper trasferire i risultati della ricerca nell'assistenza.
- Utilizzare le evidenze scientifiche applicandole al processo decisionale e nell'organizzazione dell'assistenza infermieristica e ostetrica.
- Valutare criticamente le conoscenze acquisite nell'ambito delle scienze bio-mediche e umane ai fini della loro applicazione all'organizzazione dell'assistenza infermieristica e ostetrica e alla formazione dei professionisti.
- Integrare conoscenze scientifiche e metodologie infermieristiche e ostetriche avanzate, educative e manageriali, per rispondere ai bisogni di salute nella popolazione e promuovere modelli assistenziali innovativi.
- Formazione e educazione.
- Progettare e realizzare attività didattiche disciplinari specifiche nei vari livelli formativi del personale infermieristico e ostetrico e progettare interventi di educazione sanitaria rivolta a gruppi ed a singole persone.
- Promuovere lo sviluppo della professione attraverso la conoscenza delle teorie e dei modelli infermieristici e ostetrici e della organizzazione professionale.
- Valutare le competenze del personale per accrescerne le potenzialità utilizzando anche strategie per favorire processi d'integrazione multiprofessionali ed organizzativi.
- Gestire situazioni complesse che richiedono riferimenti teorici aggiornati nell'ambito del diritto, della medicina legale, delle scienze economiche e della legislazione sanitaria.
- Analizzare gli aspetti etici correlati all'assistenza e ai problemi multiprofessionali e multiculturali.
- Assumere comportamenti professionali e organizzativi coerenti con le dimensioni etiche, deontologiche e legali dell'assistenza alle persone con problemi di salute.
- Valutare le competenze del personale per accrescerne le potenzialità utilizzando anche strategie per favorire processi d'integrazione multiprofessionali ed organizzativi.
Il percorso di studio prevede al 1° anno di corso il perseguimento degli obiettivi prioritariamente rivolti allo sviluppo dell’ambito clinico-assistenziale e di quello didattico. Il 2° anno è rivolto principalmente allo sviluppo dell’ambito della ricerca e quello organizzativo-manageriale. Per ambedue gli anni di corso è previsto lo svolgimento di un tirocinio specialistico. Completano il percorso di studio alcuni insegnamenti elettivi su tematiche emergenti delle professioni e dell’assistenza sanitaria.

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: COORDINAMENTO E ASSISTENZA AVANZATA
Il laureato magistrale:
- conosce i contenuti, i modelli teorici interpretativi, i metodi operativi propri delle scienze infermieristiche e ostetriche acquisiti nel primo ciclo di studi universitari in scienze infermieristiche;
- conosce i fenomeni e problemi complessi in campo sanitario, di interesse della professione infermieristica e ostetrica, collocandoli nel più ampio scenario demografico- epidemiologico, socio-culturale e politico-istituzionale;
- conosce i processi assistenziali infermieristici e ostetrici connessi all'evoluzione dei problemi di salute della popolazione;
- conosce l'evoluzione storico-filosofica dei rispettivi ambiti disciplinari al fine di analizzarli criticamente;
- conosce i processi clinico-assistenziali al fine di promuovere nei servizi l'integrazione dei team infermieristici e ostetrici con gli altri professionisti per il raggiungimento di prestazioni sicure, efficaci, efficienti, rilevanti, sensibili alla cultura, documentati in modo appropriato e forniti da personale competente;
- conosce quali abilità utilizzare per creare un ambiente professionale che promuova l'eccellenza della pratica infermieristica e ostetrica.

AREA DI APPRENDIMENTO: ORGANIZZAZIONE E MANAGEMENT
Il laureato magistrale:
- conosce i modelli teorici dell'organizzazione sanitaria ed i metodi operativi propri delle scienze infermieristiche e ostetriche acquisiti nel primo ciclo di studi universitari in scienze infermieristiche;
- conosce i fenomeni e problemi organizzativi complessi in campo sanitario, di interesse della professione infermieristica e ostetrica, collocandoli nel più ampio scenario demografico- epidemiologico, socio-culturale e politico-istituzionale;
- conosce i processi organizzativi connessi all'evoluzione dei problemi di salute della popolazione, al funzionamento dei sistemi sanitari e sociali e dei percorsi di professionalizzazione specifici;
- conosce i processi lavorativi delle organizzazioni sanitarie, le strategie di gestione del personale, i sistemi di valutazione e di accreditamento professionale, al fine di promuovere nei servizi l'integrazione dei team infermieristici e ostetrici con gli altri professionisti per il raggiungimento di prestazioni sicure, efficaci, efficienti, rilevanti, sensibili alla cultura, documentati in modo appropriato e forniti da personale competente.

AREA DI APPRENDIMENTO: RICERCA E INNOVAZIONE
Il laureato magistrale:
- conosce i metodi di ricerca propri delle scienze infermieristiche e ostetriche acquisiti nel primo ciclo di studi universitari in scienze infermieristiche;
- conosce le modalità di indagine dei fenomeni e dei problemi complessi in campo sanitario, di interesse della professione infermieristica e ostetrica, collocandoli nel più ampio scenario demografico-epidemiologico, socio-culturale e politico- istituzionale;
- conosce l'epidemiologia dei problemi di salute della popolazione e del funzionamento dei sistemi sanitari e sociali;
- conosce quali abilità utilizzare per creare un ambiente professionale che promuova la ricerca scientifica nella pratica infermieristica e ostetrica.

AREA DI APPRENDIMENTO: FORMAZIONE E EDUCAZIONE
Il laureato magistrale:
- conosce i modelli teorici educativi propri delle scienze infermieristiche e ostetriche acquisiti nel primo ciclo di studi universitari in scienze infermieristiche;
- conosce i processi educativi connessi all'evoluzione dei problemi di salute della popolazione, al funzionamento dei sistemi sanitari e sociali e dei percorsi di professionalizzazione specifici;
- conosce l'evoluzione formativa dei rispettivi ambiti disciplinari al fine di analizzarli criticamente;
- conosce quali abilità utilizzare per creare un ambiente professionale che promuova la formazione nella pratica infermieristica e ostetrica.


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: COORDINAMENTO E ASSISTENZA AVANZATA
Il laureato/laureato magistrale:
- è in grado di analizzare politiche rilevanti per fornire assistenza sanitaria, comprendere e utilizzare leggi e regolamenti per assicurare la qualità dell'assistenza ai pazienti;
- sa applicare il modello clinico-assistenziale professionale fornendo consulenza a studenti, colleghi e utenti.

Le conoscenze e le capacità sono ulteriormente sviluppate attraverso insegnamenti elettivi e tirocini.
In particolare per questo ambito le attività formative prevedono:
MODELLI INNOVATIVI ASSISTENZIALI
- Il Case Management infermieristico
- Le case della salute
- L'innovazione nelle strutture dipartimentali
COMUNICARE IL RISCHIO
- Comunicare il rischio
TERAPIE COMPLEMENTARI
- Tecniche di terapie complementari

AREA DI APPRENDIMENTO: ORGANIZZAZIONE E MANAGEMENT
Il laureato magistrale:
- è in grado di analizzare politiche organizzative rilevanti per fornire assistenza sanitaria, comprendere e utilizzare leggi e regolamenti per organizzare l'assistenza ai pazienti;
- sa applicare il modello manageriale fornendo consulenza a studenti, colleghi e utenti.

Le conoscenze e le capacità sono ulteriormente sviluppate attraverso laboratori e tirocini. In particolare per questo ambito le attività formative prevedono:
- Laboratorio di gestione dei servizi infermieristici ed ostetrici.

AREA DI APPRENDIMENTO: RICERCA E INNOVAZIONE
Il laureato magistrale:
- sa applicare in modo appropriato le teorie infermieristiche e ostetriche e quelle provenienti da campi affini per sviluppare interventi efficaci e innovativi;
- è in grado di sviluppare una pratica basata sulle evidenze utilizzando la ricerca per introdurre cambiamenti e migliorare la pratica.

Le conoscenze e le capacità sono ulteriormente sviluppate attraverso insegnamenti elettivi e tirocini.

AREA DI APPRENDIMENTO: FORMAZIONE E EDUCAZIONE
Il laureato magistrale:
- sa applicare in modo appropriato le teorie educative e quelle provenienti da campi affini per fornire una formazione efficace e innovativa;
- sa applicare il modello educativo professionale fornendo consulenza a studenti, colleghi e utenti.

Le conoscenze e le capacità sono ulteriormente sviluppate attraverso insegnamenti elettivi e tirocini.


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il laureato magistrale:
- elabora analisi complesse e sviluppa, anche attraverso il confronto multidisciplinare, autonome riflessioni e valutazioni di carattere scientifico, giuridico, etico e deontologico a sostegno delle decisioni necessarie per affrontare problemi complessi nel governo dei processi assistenziali, organizzativi, formativi e di ricerca connessi all'esercizio della funzione infermieristica e ostetrica;
- prevede e valuta gli effetti derivanti dalle proprie decisioni e attività, assumendone la conseguente responsabilità sociale;
- integra elevati standard etici e valori nelle attività di lavoro quotidiane e nei progetti;
- valuta le tendenze e le questioni socioeconomiche e di politica sanitaria sia a livello locale, statale che internazionale;
- prende decisioni tenendo in considerazione anche elementi gestionali e di costo delle scelte adottate;
- analizza le principali questioni etiche e le modalità con cui queste possono influenzare l'assistenza, valutare eticamente la presa di decisione sia da un punto di vista personale che dell'organizzazione e comprendere come queste due dimensioni possono creare conflitto di interessi;
- sviluppa profili di competenze, formula obiettivi di apprendimento, seleziona attività di apprendimento appropriate, progetta curriculum di base, e li implementa sulla base dei principi e delle teorie educative, revisiona i curricula sulla base delle tendenze attuali della società e dell'assistenza.
Gli strumenti didattici finalizzati al raggiungimento delle seguenti capacità includono la dissertazione di elaborati presentati dagli studenti che contengono le fasi della costruzione di un progetto di intervento in ambito assistenziale e che dimostrino la capacità di analizzare, gestire e interpretare i dati con autonomia di giudizio utilizzando il materiale già disponibile in letteratura e producendo dati originali e innovativi in una prospettiva pluridisciplinare e multidimensionale (anche in preparazione della prova finale).


ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Il laureato magistrale:
- conduce colloqui interpersonali con utenti e con operatori, esercitando adeguata capacità di ascolto, adattandoli ai contesti, alla natura dei problemi affrontati e agli obiettivi da raggiungere;
- espone il proprio pensiero, in forma scritta e orale, in modo argomentato e con un linguaggio adeguato a diversi interlocutori e contesti;
- conduce relazioni negoziali con efficacia comunicativa, rigore metodologico e argomentazioni convincenti;
- conduce gruppi di lavoro e riunioni esercitando una leadership adeguata;
- interagisce in modo appropriato con altri professionisti nella progettazione e realizzazione di interventi multiprofessionali;
- gestisce e risolvere conflitti;
- gestisce relazioni educative rivolte alla popolazione assistita, al personale e a studenti ai vari livelli;
- rielabora i principi e le tecniche della relazione di aiuto ad un livello più avanzato per essere in grado di fornire ai colleghi consulenza per situazioni relazionali complesse;
- agisce da mentore per formare e sviluppare competenze negli aspiranti leader in ambito clinico organizzativo;
- adotta stili manageriali supportivi per sostenere i collaboratori nella conduzione di progetti, nell'insegnamento e nella supervisione, nella negoziazione, nella risoluzione di conflitti e nel counselling;
- implementa diverse strategie di insegnamento motivate da teorie educative e pratiche basate sulle evidenze;
- crea ambienti clinici e formativi centrati sulla persona la sua famiglia nel rispetto delle diversità culturali e dei diversi stili relazionali e di apprendimento.
L'apprendimento delle abilità comunicative scritte e orali, anche in lingua inglese, sarà sviluppato attraverso attività di laboratorio, discussione di casi e di situazioni relazionali esemplari in sottogruppi e con presentazioni in sessioni plenarie. Tirocinio con esperienze supervisionate da tutor esperti in diversi contesti in strutture sanitarie semplici e complesse. La verifica di tali abilità avviene nella forma di seminari alla fine di un periodo di tirocinio professionalizzante durante i quali i laureati magistrali devono elaborare una dissertazione scritta, successivamente presentata in forma orale.
Potranno essere previste sia l'acquisizione delle quattro abilità linguistiche (lettura, scrittura, ascolto, e dialogo) sia la frequenza vincolata delle lezioni, secondo criteri che verranno specificati in itinere dal corso di studi, in coerenza alle prescrizioni degli Organi accademici.


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

Il laureato magistrale:
- valuta la propria performance sulla base degli standard di pratica professionale e di criteri organizzativi identificando con continuità i propri bisogni educativi in rapporto alla natura e alla complessità dei problemi da affrontare e delle strategie progettuali e operative da gestire, al fine di realizzare il proprio piano di miglioramento professionale;
- adotta autonomamente efficaci strategie per continuare ad apprendere, in modo formale e informale, lungo tutto l'arco della vita professionale anche attraverso ulteriori percorsi di formazione;
- utilizza sistemi informatici, software e database completi per raccogliere, organizzare e catalogare le informazioni; identificare un problema, effettuare una revisione della letteratura sull'argomento, analizzare criticamente il problema e la conoscenze attuali, sviluppare una strategia per applicare la ricerca nella pratica, facilitare la disseminazione dei risultati della ricerca.
Le capacità di apprendimento sono conseguite nel percorso di studio nel suo complesso con riguardo in particolare allo studio individuale previsto, alla preparazione individuale di progetti, all'attività svolta in preparazione della tesi.
La verifica di queste capacità avviene attraverso la valutazione della capacità di interrogare banche dati, di accedere ad una bibliografia internazionale sui temi proposti nell'ambito della didattica e di illustrare gli aspetti di novità introdotti dalla ricerca scientifica; di individuare quali problematiche, nei diversi settori di competenza, pongano ulteriori interrogativi allo sviluppo della ricerca e in quali direzioni.

Attività tirocinio

Il Corso di Laurea ha 480 ore di Tirocinio suddivise nei due anni di corso, ripartite nelle seguenti attività formative:

I° Anno: Tirocinio Specialistico I (15 Cfu - 240 ore)

II° Anno: Tirocinio Specialistico II (15 Cfu - 240 ore).

Mobilità internazionale

Referenti:

Ufficio Staff - Supporto Mobilità internazionale Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Polo didattico Murri, Via Massarenti 9 -40138 Bologna

Email: erasmus.medicine@unibo.it

Tel: +39 (0) 512095543
Fax: +39 (0) 512086020

Prova finale

Per la prova finale è prevista l'elaborazione di una tesi originale sotto la guida di un relatore per valorizzare la formazione professionale dell'infermiere/ostetrica laureato magistrale che sarà in grado di applicare le conoscenze acquisite nella risoluzione attuale e futura di problemi in campo assistenziale infermieristico e ostetrico.
La Commissione per la prova finale è formata da almeno 7 membri, di cui almeno 5 sono Docenti di ruolo responsabili d'insegnamento ed è nominata dal Consiglio di Corso di Studio, che può delegare tale nomina al suo Coordinatore.
La Commissione d'esame deve comprendere almeno un docente del SSD MED/45 e almeno un docente del SSD MED/47.

Accesso a ulteriori studi

Dà accesso agli studi di terzo ciclo (Dottorato di ricerca e Scuola di specializzazione) e master universitario di secondo livello.

Sbocchi occupazionali

PROFILO PROFESSIONALE:
Laureato magistrale in scienze infermieristiche e ostetriche con funzioni assistenziali avanzate e manageriali nell'ambito dei servizi sanitari e con funzioni didattiche e di ricerca nell'assistenza sanitaria.

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Il laureato magistrale in scienze infermieristiche e ostetriche svolge un ruolo assistenziale avanzato e manageriale.
Le funzioni sono le seguenti:
- si occupa dei processi assistenziali sanitari con competenze avanzate e rivolte a perseguire l'innovazione ed il progresso delle discipline infermieristica ed ostetrica per il miglioramento dell’attività clinica e assistenziale;
- dirige e coordina i servizi infermieristici e ostetrici di strutture sanitarie semplici e complesse, delle quali programma, organizza, gestisce e valuta le risorse, le attività e ne gestisce il budget;
- svolge ricerche clinico-assistenziali, organizzative e didattiche;
- partecipa alla ricerca in ambito sanitario e favorisce la disseminazione ed implementazione delle prove di efficacia;
- svolge attività di progettazione educativa e conduzione di insegnamenti in ogni tipologia di corso di studi universitari e/o di aggiornamento.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono richieste specifiche conoscenze, capacità e abilità assistenziali e manageriali. In particolare sviluppa:
- la capacità di acquisire autonomamente maggiori livelli di specializzazione in assistenza infermieristica o ostetrica attraverso l’approfondimento in uno o più settori di professionalizzazione in ambito sanitario;
- competenze trasversali di tipo comunicativo-relazionale, organizzativo- gestionale e di programmazione nell’ambito dell’infermieristica o dell’ostetricia, in accordo con il livello di autonomia e responsabilità assegnato, con le modalità organizzative e di lavoro adottate e con i principali interlocutori (colleghi, altri professioni, utenti e pazienti);
- la capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo delle proprie competenze infermieristiche o ostetriche attraverso l’approfondimento delle tecnologie educative e delle abilità di ricerca.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
Dipendente o libero professionista presso aziende sanitarie e istituzioni pubbliche e private:
- Ospedali;
- Università:
- Cliniche private;
- Territorio e strutture residenziali;
- Poliambulatori e domicilio.


Parere delle parti sociali

Per visionare le consultazioni con le parti sociali che il Corso di Studio ha effettuato dall' a.a. di prima istituzione sino ad oggi, si rimanda alla lettura dei rispettivi quadri nelle schede complete SUA-CdS, pubblicate sul sito Universitaly ( http://www.universitaly.it/)



Contatti e recapiti utili

Coordinatore del Corso di Studio:
Prof.ssa Francesca Ingravallo

E-mail: francesca.ingravallo@unibo.it

Segreteria studenti della Scuola di Medicina e Chirurgia
E-mail: segmed@unibo.it
Telefono: 051/2094601