Laurea Magistrale a ciclo unico in Medicine and surgery

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea Magistrale a ciclo unico
Anno Accademico 2017/2018
Ordinamento D.M. 270
Codice 9210
Classe di corso LM-41 - MEDICINA E CHIRURGIA
Anni Attivi
Modalità di erogazione della didattica Convenzionale
Tipo di accesso Numero programmato
Sede didattica Bologna
Tipologia Corso interamente internazionale
Coordinatore del corso Franco Trevisani
Docenti Elenco dei docenti
Lingua Inglese

Requisiti di accesso e verifica delle conoscenze/preparazione

Per essere ammessi al corso di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia in lingua inglese occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore di durata quinquennale o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo.

Sono inoltre richieste le conoscenze e competenze definite annualmente dal decreto ministeriale recante la disciplina della prova di ammissione, che sono pubblicate nel bando di ammissione e la conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari al B2.
Il numero dei posti assegnati, la data della prova di ammissione, il contenuto e le modalità di svolgimento della selezione vengono determinati annualmente con Decreto del MIUR e sono riportati nel bando di ammissione.

Le modalità di verifica della conoscenza della lingua inglese di livello B2 e delle conoscenze richieste per l'accesso sono definite al punto modalità di ammissione.
Se la verifica non è positiva vengono indicati specifici obblighi formativi aggiuntivi.
L'assolvimento dell'obbligo formativo è oggetto di specifica verifica.
La relativa modalità di accertamento è indicata al punto modalità di ammissione.

Gli studenti che non assolvano agli obblighi formativi aggiuntivi entro la data stabilita dagli Organi competenti e comunque entro il primo anno di corso sono tenuti a ripetere l'iscrizione al medesimo anno.

Maggiori dettagli nel Regolamento del Corso di Studio

Per essere ammessi al corso di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia in lingua inglese occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore di durata quinquennale o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo.

Sono inoltre richieste le conoscenze e competenze definite annualmente dal decreto ministeriale recante la disciplina della prova di ammissione, che sono pubblicate nel bando di ammissione e la conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari al B2.
Il numero dei posti assegnati, la data della prova di ammissione, il contenuto e le modalità di svolgimento della selezione vengono determinati annualmente con Decreto del MIUR e sono riportati nel bando di ammissione.

Le modalità di verifica della conoscenza della lingua inglese di livello B2 e delle conoscenze richieste per l'accesso sono definite al punto modalità di ammissione.
Se la verifica non è positiva vengono indicati specifici obblighi formativi aggiuntivi.
L'assolvimento dell'obbligo formativo è oggetto di specifica verifica.
La relativa modalità di accertamento è indicata al punto modalità di ammissione.

Gli studenti che non assolvano agli obblighi formativi aggiuntivi entro la data stabilita dagli Organi competenti e comunque entro il primo anno di corso sono tenuti a ripetere l'iscrizione al medesimo anno.

Maggiori dettagli nel Regolamento del Corso di Studio

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

Il Corso di studio ha come obiettivo quello di formare un medico in grado di operare una medicina moderna che spazia dalla promozione della salute, alla prevenzione, cura e riabilitazione delle malattie anche in contesti internazionali.
Il percorso formativo risponde a questo obiettivo, in quanto caratterizzato dai seguenti elementi:
- coniuga la sistematicità delle conoscenze mediche con una forte integrazione tra discipline. La trattazione in modo integrato dei temi medici ha un duplice vantaggio: da un lato porta lo studente ad una visione unitaria di un sistema complesso, dall'altra consente agli stessi Docenti di svolgere una didattica più organizzata e focalizzata sulla rilevanza di ciascun obiettivo nel quadro della biologia umana;
- assegna importanza a temi rilevanti come le Medical Humanities, le capacità comunicative, la promozione della salute, i concetti di salute e malattia nel mondo globalizzato, la medicina del territorio, la capacità di mediazione interculturale;
- avvicina precocemente lo studente alla dimensione clinica, mantenendo la giusta gradualità. Per questo sono previste già dal primo e secondo anno attività pratiche e nel secondo anno i primi elementi di semeiotica per l'esecuzione dell'esame obiettivo;
- oltre a un consistente numero di crediti di attività professionalizzanti, prevede modalità didattiche che consentono allo studente di svolgere ruolo attivo, come laboratori, esercitazioni, e-learning, didattica a piccoli gruppi, seminari interdisciplinari, Problem-Based Learning, Problem Solving, discussione di casi clinici;
- prevede attività volte a stimolare in modo sistematico la capacità critica e di analisi scientifica, per formare un Medico-chirurgo in grado di valutare criticamente anche conoscenze e situazioni nuove ed in grado di partecipare a studi cooperativi anche internazionali;
- prevede l'utilizzo della lingua inglese come lingua veicolare, favorendo la padronanza di terminologie mediche internazionali, utile per la consultazione di pubblicazioni e database internazionali, per l'interazione con colleghi stranieri sia a scopo assistenziale che di ricerca, per l'interazione con pazienti stranieri. La lingua inglese potrà richiamare studenti dall'estero, creando già nella comunità studentesca un ambiente multiculturale che favorisce lo sviluppo di capacità comunicative essenziali per il Medico. Potrà favorire la mobilità di studenti e docenti da e verso università estere, contribuendo a formare professionisti abituati ad operare in un contesto internazionale.
Il corso si articola in 6 anni e 360 crediti, secondo la normativa vigente Italiana ed Europea, di cui 64 crediti sono dedicati ad attività professionalizzanti.
Il primo anno prevede l'introduzione dello studente ai concetti di base della professione medica (Medical Humanities), l'acquisizione delle conoscenze di base di biochimica e fisica e dell'organizzazione tissutale e molecolare degli organi, ed un corso di primo pronto soccorso che avvicini subito lo studente alla dimensione clinica.
Il secondo anno porta alla conoscenza della morfologia e funzionamento normale degli organi, tramite l'integrazione di anatomia, fisiologia, biochimica, fino ai primi approcci alla semeiotica (capacità di fare un esame obiettivo distinguendo ciò che rientra o meno nella normalità) e all'acquisizione di capacità pratiche di base.
Dal terzo al quinto anno la preparazione è volta all'acquisizione di abilità cliniche, tramite corsi integrati in cui diagnostica, clinica, chirurgia, anatomia patologica e farmacologia vengono trattate in modo integrato, e tramite le corrispondenti pratiche cliniche.
Il sesto anno è focalizzato sull'abilità di ragionamento clinico, da parte dello studente, applicando le conoscenze ed il metodo scientifico appresi in precedenza all'esame di casi clinici e chirurgici, anche in situazioni di emergenza. La preparazione della tesi è infine un momento formativo importante per la maturazione di capacità speculative originali fondate sul metodo scientifico.
In sintesi il percorso formativo prevede nei sei anni di affrontare attività che si riferiscono alle scienze di base, alle scienze precliniche, a quelle cliniche medico-chirurgiche, e alla comunicazione, promozione della salute ed etica medica.

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA ECAPACITÀ DI COMPRENSIONE (KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING)

Il laureatomagistrale:
- conosce i presupposti morfologici, biochimici, fisiologici e sociali checontribuiscono a determinare lo stato di salute degli individui
- conosce le cause, i meccanismi, gli approcci diagnostici e terapeutici dellepatologie più comuni
- conosce l'organizzazione sanitaria nazionale, gli aspetti etici emedico-legali della professione medica
- conosce i metodi della sperimentazione clinica e gli strumenti diaggiornamento scientifico.

Il laureato matura le conoscenze negli ambiti sopra indicati attraverso lafrequenza di lezioni frontali, seminari interdisciplinari, e-learning,didattica a piccoli gruppi, laboratori, esercitazioni, discussione di casiclinici, e attività professionalizzanti. Il laureato perfeziona contestualmentela conoscenza della lingua inglese, che è utilizzata come lingua veicolare.

La verifica delle conoscenze sarà fatta mediante esami, verifiche in itinere,valutazione delle attività pratiche e dell'elaborato finale.


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE (APPLYING KNOWLEDGE ANDUNDERSTANDING)

Il laureatomagistrale:
- sa valutare lo stato di salute di un paziente, anche in connessione allostile di vita ed ad eventuali altre situazioni di rischio congenito oambientale, e suggerire approcci adeguati di prevenzione delle malattie
- sa intervenire con terapie adeguate nelle patologie più comuni e indirizzaread approcci diagnostici e terapeutici specialistici quando necessari
- sa collaborare con altri operatori sanitari nella gestione del pazientecomplesso
- sa valutare la correttezza scientifica ed etica di approcci medici innovativi
- sa valutare analisi e documentazione medica in lingua inglese e comunicarecon pazienti anglofoni.

Il laureato matura la capacità di applicare le conoscenze acquisite attraversola frequenza di lezioni frontali, seminari interdisciplinari, e-learning,didattica a piccoli gruppi, laboratori, esercitazioni, discussione di casiclinici, e attività professionalizzanti. L'impostazione didattica saràprevalentemente interattiva, in modo che lo studente svolga un ruolo attivo nelprocesso di apprendimento delle conoscenze, del ragionamento clinico, e dell'interazionein lingua inglese.

La verifica delle conoscenze sarà fatta mediante esami, verifiche in itinere,valutazione delle attività pratiche e dell'elaborato finale.


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il laureatomagistrale in medicina e chirurgia sa acquisire e interpretare autonomamente idati rilevanti per risolvere i problemi, sia semplici sia complessi, correlatial contesto professionale. Egli è anche in grado di formulare giudizi quando l'informazionedisponibile sia carente per motivi legati allo sviluppo tecnico-scientificodella medicina. In tali contesti egli è in grado di tenere conto, nellaformulazione delle sue conclusioni, delle responsabilità etiche e sociali chequesto comporta. In particolare egli è in grado di:
1) utilizzare in modo critico l'informazione prodotta dalla ricerca biomedica,di tipo sia fondamentale sia clinico, compresi i principi della medicina basatasulle evidenze;
2) approfondire i contenuti deontologici della professione sul piano sia eticogenerale, sia del contesto sociale del paziente.
L'acquisizione di queste conoscenze viene verificata tramite prove in itinere,lavori di gruppo, partecipazione attiva ad attività seminariali, e, inparticolare, nella fase della preparazione autonoma dell'elaborato scrittonecessario per sostenere la prova finale.


ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Il laureatomagistrale in medicina e chirurgia è in grado di rapportarsi attraverso leproprie conoscenze e abilità con le figure abituali del proprio contestoprofessionale, colleghi, collaboratori, pazienti e familiari, anche in uncontesto internazionale e multiculturale. In questo contesto relazionale,caratterizzato da un uditorio specialistico e generico, egli sa rappresentarele basi conoscitive e razionali del proprio giudizio in modo chiaro e diretto.In particolare il laureato magistrale sa:
1) esprimere con semplicità, chiarezza e capacità di sintesi, in forma orale oscritta e in funzione del livello culturale dell'uditorio interessato, ogniinformazione che concerna la sua attività professionale;
2) interagire con rispetto e onestà intellettuale sia con i pazienti perfornire il migliore sostegno alle decisioni concernenti il loro stato disalute, sia con i familiari per ottenere una condivisione consapevole del puntodi vista e degli atteggiamenti del malato.
Poiché il terreno più omogeneo d'acquisizione di queste conoscenze è costituitodallo svolgersi dell'attività di tirocinio clinico, che è caratterizzata da unagrande variabilità di situazioni interattive, la principale modalità diverifica dell'acquisizione di tali conoscenze è il colloquio orale. Sonoutilizzati anche altri metodi tra cui valutazioni in itinere, nei laboratori,nelle attività di gruppo. Le abilità comunicative vengono inoltre verificatedurante la discussione della tesi.


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

Il laureatomagistrale in medicina e chirurgia ha maturato capacità di:
- proseguire nell'attività di studio in modo prevalentemente autonomo;
- applicarsi con continuità all'aggiornamento permanente nel suo specificosettore professionale;
- consultare banche dati e letteratura internazionali;
- intevenire attivamente e contribuire con dati e osservazioni personali aeventi scientifici o di aggiornamento internazionali;
Infine, il laureato in medicina e chirurgia è in grado di esercitarecorrettamente la professione nel rispetto della legislazione e delle normeetiche ad essa preposte e correlate.
Le capacità acquisite durante l'intero percorso formativo vengono valutateattraverso forme di verifica continua durante le attività formative e mediantela verifica della capacità di auto-apprendimento maturata durante losvolgimento dell'attività relativa alla prova finale.

Insegnamenti

Consulta gli insegnamenti all'interno del piano didattico Piano didattico: tutti gli insegnamenti del corso

Prova finale

La prova finale per il conseguimento della laurea magistrale consiste nella redazione e nella discussione pubblica di una tesi scritta in lingua inglese ed elaborata in modo originale dallo studente su un argomento coerente con gli obiettivi del corso di studio, sotto la guida di un relatore.
La dissertazione deve dimostrare la padronanza degli argomenti, capacità critica, l'attitudine a operare in modo autonomo e una capacità di comunicazione di buon livello.

La prova finale può essere collegata a un progetto o ad un'attività di tirocinio.

Maggiori dettagli nel Regolamento del Corso di Studio

Sbocchi occupazionali

PROFILO PROFESSIONALE:
Medico-chirurgo

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Il medico-chirurgo:
- collabora alla promozione della salute dell'individuo, così come definita dall'Organizzazione mondiale della Sanità (situazione caratterizzata da un completo benessere fisico, psichico e sociale e non semplicemente dall'assenza di malattia), tramite l'individuazione e correzione di stili di vita a rischio e l'applicazione di strategie di prevenzione e di diagnosi precoce delle malattie;
- individua processi patologici e dei relativi percorsi diagnostici;
- sceglie e attua le misure terapeutiche per le patologie più comuni;
- svolge azione di counseling e di interfaccia tra il paziente e lo specialista per le patologie di interesse specialistico.
Il Medico-Chirurgo esercita la professione nell'ambito della normativa vigente Italiana ed Europea.
La Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia consente l'accesso alle Scuole di Specializzazione di Area Medica, Chirurgica e dei Servizi, al Dottorato di Ricerca, al Master di secondo livello, e ai Corsi di Medico di Medicina Generale.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni indicate sono richieste competenze e abilità sia di tipo disciplinare sia di tipo trasversale. In particolare:
- conoscenze teoriche derivanti dalle scienze di base e la capacità di gestirle correttamente nella prospettiva della successiva applicazione professionale;
- conoscenza delle dimensioni storiche, epidemiologiche, epistemologiche, etiche e legali della medicina;
- visione globale della medicina e delle ripercussoni sulla pratica medica del processo di globalizzazione mondiale;
- basi scientifiche e preparazione teorico-pratica necessarie all'esercizio della professione;
- metodologia e conoscenze per la formazione continua;
- un approccio interdisciplinare ai problemi di salute e delle persone anche in relazione all'ambiente chimico-fisico; biologico e sociale che le circonda, mirato all'acquisizione della necessaria autonomia professionale;
- competenza nell'esaminare da un punto di vista clinico, in una visione unitaria, estesa anche alla dimensione; socioculturale e di genere, i dati relativi allo stato di salute e di malattia del singolo individuo, interpretandoli criticamente anche alla luce delle conoscenze scientifiche di base;
- abilità ed esperienza, unite alla capacità di autovalutazione, per affrontare e risolvere responsabilmente i problemi sanitari prioritari dal punto di vista preventivo, diagnostico, prognostico, terapeutico e riabilitativo;
- capacità di comunicare con chiarezza ed umanità con il paziente e con i familiari, anche in contesti internazionali e multiculturali;
- capacità di collaborare con le diverse figure professionali nelle diverse attività sanitarie di gruppo;
- conoscenze dei principi dell'economia sanitaria applicabili ai servizi sanitari;
- capacità di riconoscere i problemi sanitari della comunità intervenendo in modo competente, in base ai principi di efficacia e di appropriatezza della pratica clinica;
- capacità di interpretazione critica delle conoscenze scientifiche in ambito biomedico e conoscenza dei metodi scientifici idonea alla partecipazione a gruppi cooperativi di sperimentazione clinica.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
I principali sbocchi occupazionali del medico-chirurgo sono rappresentati da:
- Ambulatori pubblici e privati;
- Ospedali e centri specialistici;
- Strutture sanitarie per pazienti affetti da patologie croniche e/o progressive;
- Università e centri di ricerca;
- Organizzazioni sanitarie e umanitarie nazionali e internazionali.
La dimensione internazionale del corso e la presenza dei temi relativi alla salute globale rendono il laureato in Medicine and Surgery pronto ad intraprendere percorsi internazionali di specializzazione, lavoro e ricerca.


Parere delle parti sociali

Per visionare le consultazioni con le parti sociali che il Corso di Studio ha effettuato dall' a.a. di prima istituzione sino ad oggi, si rimanda alla lettura dei rispettivi quadri nelle schede complete SUA-CdS, pubblicate sul sito Universitaly ( http://www.universitaly.it/)



Manager didattico


Contatti e recapiti utili